TUTTI I BENEFICI DEL NUOTO

Golden Retriever alla piscina per cani Doggy Splash di Torino

"IL NUOTO E' UNO SPORT COMPLETO"

Quante volte, da bambini ci siamo sentiti dire questa cosa dalle mamme? 

Certo, è vero, è uno sport completo perché, rispetto ad altre attività sportive, coinvolge un maggior numero di gruppi muscolari; ma se ad esempio io odiassi nuotare e mi piacesse giocare a pallavolo?

Partiamo da qui, dalla base, per cominciare a sfatare quale leggenda metropolitana.

CI SONO CANI CHE AMANO NUOTARE e... CI SONO CANI CHE ODIANO L'ACQUA.

Il mio obiettivo non è ( quasi mai) farli nuotare, ma far si che AMINO l'acqua e amino la sensazione di di essere immersi e avvolti in un liquido che li sostiene e li fa galleggiare.

TUTTI I CANI SANNO NUOTARE. 

No , non è vero. Tutti i cani, se buttati in acqua, cercano di sopravvivere e in pochi secondi cercano il modo per prendere un assetto corretto, cercano di capire come coordinare i movimento delle zampe, della coda, della testa, cercare una respirazione adeguata per raggiungere una base di salvezza.  Questo non è nuotare, questo è "cercare di non affogare".

Da qui, potete già capire che il metodo "ti butto in acqua, così impari a nuotare" oltre a non avere nulla di scientifico, oltre a non insegnare al cane a nuotare, oltre a spaventarlo a morte e ottenere solo che odi l'acqua ai massimi livelli... ecco... questo metodo è OVVIAMENTE una cazz@ta colossale :)

IL MIO CANE AMA L'ACQUA: VA NELLE POZZANGHERE E AL FIUME ENTRA A GIOCARE CON LE PIETRE.

Premessa che giocare con le pietre non è mai una idea geniale, di nuovo, il tuo cane non solo non sta nuotando, ma non è assolutamente detto che solo per questo ami l'acqua. 

Nuotare significa muoversi galleggiando immersi nell'acqua, il resto si chiama bagnarsi.

Che è un po' la differenza che passa tra farsi la doccia e nuotare in mare aperto :)

L'HO PORTATO AL MARE MA NON HA VOLUTO ENTRARE

E' una cosa abbastanza frequente, soprattutto per i cani insicuri o per i cani che non hanno mai fatto questo tipo di esperienza. I fattori sono molti: la sabbia che lo fa sprofondare dando instabilità, l'ondina di risacca che gli spruzza il muso, il sole che riflette sullo specchio d'acqua impedendogli di capire cosa stia succedendo ... Il nuoto in mare ha però anche dei vantaggi: l'acqua salata aiuta il galleggiamento, il cane ha dei riferimenti per orientarsi ( la riva, l'orizzonte, le persone intorno), ci sono maree e temperature diverse nei vari strati di acqua e ha una via di uscita di facile accesso per un tratto molto lungo. 

L'HO PORTATO IN PISCINA MA NON HA VOLTUO ENTRARE

Nuotare in piscina è quanto di più artefatto e finto ci possa essere. Si percorre una rampa e poi ci si trova davanti ad una enorme ciotola di acqua azzurra. 

A pensarci bene, per un cane , deve essere parecchio difficile da comprendere.

Una volta in acqua, il cane, cosa vede intorno? 4 pareti di plastica azzurrina. Il punto di uscita è solo uno, l'acqua clorata non aiuta il galleggiamento, e in più, il proprietario fa di tutto per essere sempre nel posto sbagliato :)

LUDICO
 

Il nuoto con scopo ludico dà la possibilità al cane di giocare e divertirsi in acqua , insieme con il suo proprietario.

 

Potete passare il tempo come più vi piace: facendo i tuffi, lanciando i giochi, facendo tratti di nuoto insieme, oppure provando i piccoli percorsi dei water game.

Pitbull alla piscina per cani Doggy Splash di Torino

LAVORO MUSCOLARE-AEROBICO-ARTICOLAZIONI
 

Quando il tuo cane nuota, consuma più energie di quando cammina a terra.

 

Questo perché per stare a galla bisogna contrastare la resistenza dell’acqua, e per farlo viene impegnato tutto l’ apparato muscolo scheletrico e anche l’apparato cardio-circolatorio: un vero allenamento a 360 °.
 

Quindi, nuotando otteniamo l’aumento della massa , della elasticità , della forza muscolare, e una capacità di recupero maggiore che con il solo esercizio a terra, con tutti i vantaggi dell’assenza di gravità.
 

Infatti, poiché il corpo è in sospensione, non vi sono attriti sulle articolazioni, né sulla colonna vertebrale che, potendo muoversi con maggiore ampiezza e in leggerezza ,traggono maggiori benefici da questa forma di allenamento.

 

Rispetto alla camminata, alla corsa o all’allenamento a terra, avremo quindi un maggior risultato in termini di allenamento e un maggior beneficio a carico delle articolazioni. Possiamo quindi consigliare il nuoto anche in caso di artrite o nei cani anziani che devono mantenere massa muscolare senza impattare sulle articolazioni già doloranti.

Jack Russel Terrier alla piscina per cani Doggy Splash di Torino
Beagle alla piscina per cani Doggy Splash di Torino

SPORT, PREPARAZIONE ATLETICA, EQUILIBRIO E PREVENZIONE
INFORTUNI

 

Da qualche anno sono entrati prepotentemente nel panorama degli sport cinofili i cosiddetti “water game”. Ci sono diverse specialità: Freestyle, Speed Water e Splashdog.

 

Il Freestyle prevede un percorso con ostacoli, boe, virate, slalom che bisogna superare insieme, senza errori e nel minor tempo possibile, veramente divertente ed entusiasmante! Immagina un misto di
agility e obedience ma in acqua !

 

Pronto a entrare in squadra?

 

Il nuoto si rivela un valido aiuto nel caso di cani sportivi, agonisti e da esposizione. Infatti in acqua possono essere riprodotti i movimenti degli sport tradizionali fatti a terra: si ottimizza l’allenamento sulla forza ma senza che le articolazioni ne possano risentire a causa delle ripetizioni sul terreno.
(pensate agli atterraggi del disc-dog). Inoltre possiamo migliorare il senso dell’equilibrio ottenendo una elevata prevenzione degli infortuni, grazie alla maggiore reattività ed elasticità muscolare .

Bulldog alla piscina per cani Doggy Splash di Torino

COMPORTAMENTO
 

L’attività in acqua può essere inserita anche in un percorso educativo e/o rieducativo nel caso di ansia, paura o diffidenza.

 

Il nuoto in questo contesto è utile per calmare, rilassare ed aumentare l’autostima dell’individuo.

 

Infatti il cane , non avendo la sicurezza dell’appoggio a terra, è portato ad avere maggior attenzione sul proprietario, al quale si affida totalmente prima di acquisire nuove competenze.

SOVRAPPESO? NO, GRAZIE!
 

Quante volte sei stato rimproverato dal tuo veterinario di fiducia perché il tuo cane ha qualche Kg di troppo?

 

Quante volte ti riprometti di allungare le sue passeggiate, ma poi lo vedi con il fiatone e torni a casa?

 

Ebbene, il nuoto è la soluzione!

L’acqua è più densa dell’aria, questo significa che oppone maggiore resistenza e quindi il tuo cane fa più fatica: ovvero, brucia più calorie in minor tempo!

 

Non solo, lo fa in assenza di attrito e impatto sulle articolazioni, lo fa divertendosi, lo fa insieme a te e mentre dimagrisce aumenta la sua capacità cardio-polmonare e la circolazione sanguigna.
 

Hai già messo il costume in borsa, vero?